EXIT - ITALIA


Humanes Leben Humanes Sterben 2019-2
Dal 15 maggio 2019: Nuova edizione della Cartella di misure preventive e tutela del paziente. Maggio crea tutto nuovo: in questo caso il vecchio modo di dire è proprio giusto. La DGHS ha ristampato la sua Cartella di misure preventive e tutela del paziente , da anni sperimentata. Motivo della riedizione riveduta, che è stata redatta da un gruppo di lavoro creato apposta, è stato il desiderio di molti Soci in seguito ad una versione sintetizzata del testamento biologico (TB).
La buona notizia come all’inizio: nel 2011 la DGHS aveva rielaborato in maniera fondamentale i suoi formulari per l’ultima volta. Già allora il TB conteneva le precisazioni richieste solo nel 2016 e 2017 dalla Corte di Cassazione. Chi quindi ha richiesto i formulari dopo il 2011 non deve adesso compilare alcun nuovo TB. Coloro che posseggono ancora i cosiddetti “vecchi” TB dovrebbero riflettere urgentemente se desiderano rinnovare le loro disposizioni. In sostanza : un TB non perde mai la sua validità di dichiarazione di volontà secondo il Codice Civile, a meno che esso venga revocato o distrutto. Un TB più vecchio, che non tenga ancora conto di tutte le sfaccettature del diritto vigente, è tuttavia in ogni caso più difficile da far accettare di un testo orientato ai più recenti sviluppi del diritto.
Contenuto della Cartella
Essa contiene i seguenti documenti: Dichiarazione dei valori, Testamento Biologico, Procura misure preventive per la prevenzione sanitaria, Procura generale, Disposizioni per l’assistenza, Desideri personali nel caso di bisogno di assistenza, Consenso scritto per la tutela della privacy sul documento che informa su importanti dati medico-sanitari del paziente e l’accompagnamento alla morte volontaria assistita.
Cosa c’è di nuovo?
La nuova Cartella di misure preventive e tutela del paziente viene offerta in un blocco con fogli perforati staccabili. La novità consiste nel fatto che tutti i formulari sono contenuti al massimo in triplice copia: una per il Socio DGHS, una per la DGHS e una per la/il fiduciario. Questo snellisce notevolmente la cartella. La novità consiste anche nel fatto che molti formulari offrono una possibilità di scelta fra “si” e “no” con una crocetta.
Ciò offre il vantaggio che non si pone quasi automaticamente semplicemente una crocetta, bensì si deve ogni volta di nuovo riflettere se “si” o “no”, cosa che impone un maggior confronto con il formulario (come richiesto da molti esperti). Nel campo del fiduciario ci sono solo due formulari: la procura misure preventive per la prevenzione sanitaria e una procura generale, che oltre all’ambito sanitario comprende anche quello giuridico patrimoniale e quello delle questioni personali.
Procura misure preventive e disposizioni per l’assistenza
La procura misure preventive e le disposizioni per l’assistenza si traggono dal TB, cosa che snellisce nuovamente il TB. Bisogna però assolutamente raccomandare , a completamento del TB, di compilare almeno la procura misure preventive per la prevenzione sanitaria. In questo formulario verrà nominata una persona di fiducia, che parlerà per il paziente o la paziente, quando questo/a non sarà più in grado di esprimersi.
Dichiarazione personale dei valori
Per la dichiarazione personale dei valori l’ideale sarebbe che prima della redazione di un TB ci si confrontasse. Qui si può, sulla base di domande prestabilite, chiarire l’opinione personale su questioni come la propria capacità di sopportazione delle sofferenze e sul morire e la morte. Richieste personali in caso di bisogno di assistenza
Anche questo formulario aiuta a chiarire come una persona in vecchiaia o in caso di bisogno di assistenza vorrebbe abitare ed essere assistito.
Cosa rimane?
Ovviamente rimane la tutela legale sul far accettare il TB, che la DGHS dà ai Soci sui propri formulari. E ovviamente rimane anche il documento che informa su importanti dati medico-sanitari del paziente con il QR in caso di emergenza tramite il quale il TB del paziente può essere richiamato ventiquattr’ore su ventiquattro.
Panorama
Il Diritto vigente in Germania offre già ora a ogni cittadino e a ogni cittadina la possibilità di provvedere tempestivamente affinché la propria volontà di fine vita venga rispettata. Molte più persone dovrebbero approfittare di questa possibilità!
traduzione: RosalbaSaluzzo